Prove tecniche di trasmissione

20 Agosto 2019 Blog

Prove tecniche di trasmissione, è stato il primo articolo che pubblicai nel mio blog precedente (bareden.net), in disuso da tempo. E’ stata una bella esperienza durata diversi anni. Insieme a splendide persone, tutte appassionate di fotografia, si formò una piccola comunity. Abbiamo fatto dei raduni in diversi luoghi d’Italia, stampato magliette e tante altre cose…. creato un blog scritto a più mani. Ma, pian piano, presi ognuno dalla propria vita, ci siamo persi. Ora ho deciso di aprire il mio blog personale e riporterò qui alcuni dei vecchi articoli…. quelli che mi piacciono di più.

Perché aprire un blog e perché proprio ora che imperversano i social che hanno monopolizzato ogni altra forma di condivisione?

Forse perché la ritengo una modalità che consente una forma espressiva più intima. Lontano da bagarre, da grandi ammucchiate, chiacchiere inutili e condizionamenti di ogni tipo. Chi scoprirà queste pagine e tornerà a visitarle, a leggerle, ascoltarle, lo farà solamente perché ne ha voglia, senza la forzatura degli algoritmi social; perché, ciò che mi fa star bene, che mi appassiona…. viene condiviso con chi è sulla stessa lunghezza d’onda.

Qualcuno potrebbe potrà pensare per voglia di protagonismo, per mettersi in mostra, per vanità… beati voi che avete una risposta. Io al massimo posso dire che potrebbe essere come mettersi davanti ad uno specchio; gli specchi li ho sempre odiati, li ho sempre evitati, ma ora devo fare pace con me stesso.

Sono come affacciato alla finestra, solo in casa, che guarda su una piazza… fotografia e fotografi, musica e musicisti.

Non ritengo di essere un bravo fotografo, autodidatta, senza aver mai frequentato dei corsi e la musica son capace solo ad ascoltarla, odorarla, assaporarla e farmi carezzare dalle note, non sono un esperto e grande conoscitore di Jazz, anzi il contrario. Quindi il mio viaggio sarà quello di andare alla scoperta di ciò che mi farà vibrare l’anima; con lo spirito, gli occhi e l’entusiasmo di un bambino. Voglio ricominciare così…. scoprire ciò che è stato già scoperto…..

Quindi, detto questo, inizio senza farmi altre seghe mentali, altrimenti non lo farò mai. Faccio di nuovo mia l’idea del messaggio nella bottiglia lanciato in mare. Forse qualcuno lo raccoglierà, forse no….. Sono due anni che ho comprato questo dominio e quindi rompo il ghiaccio con questo articolo che è stato il primo del vecchio Blog cercando così di ricucire, anche in modo simbolico, quella esperienza.

Si riparte allo stesso modo…. in fondo è bello ripartire, ogni tanto.

ps. I link al vecchio blog sono obsoleti

26 marzo 2006
Dedicato al mio amico Dario. Quanto è strano scrivere e parlare a qualcuno che non vedi è come affidare un messaggio ad una bottiglia gettata nell’immensità del mare. Non sai se qualcuno la raccoglierà….. ma se arriverai qui, Tu l’avrai trovata.

Oramai molti affidano al web i propri pensieri, raccontano la propria vita……..
costruiscono i propri rapporti. Io sicuramente non ho molto da dire o almeno non ho cose particolari o interessanti da raccontare. Ma a volte si ha il bisogno di comunicare o avere l’illusione di riuscire a farlo e allora mi son chiesto perchè non provare?
 
A proposito mi chiamo Massimo e amo fotografare. Infatti penso che più che le parole saranno le immagini fotografiche che racconteranno ciò vedo e ciò che sento.
Non ho nessuna pretesa di essere un bravo fotografo, anzi non sono quasi mai soddisfatto dei risultati ottenuti….. ma anche gli stonati hanno diritto di cantare. Il Nome Bar Eden trae la sua origine dai tempi in cui, ragazzo, frequentavo, appunto, un bar, come tanti altri della mia età.
Era il “nostro” posto di ritrovo. E’ lì che spendevamo il nostro tempo, facendo nulla o fantasticando e sognando della vita. E’ da lì che siamo tutti partiti per diversi percorsi, ognuno su binari diversi, percorrendo strade divergenti. Ci siamo rincontrati dopo tanto tempo……. si! qualcuno ci aveva lasciato prematuramente e da lì ho pensato di creare un sito. Volevo ricreare quel Bar in modo virtuale per continuare a far rimanere Dario con noi.
Volevo ricreare quel Bar in modo virtuale per continuare a far rimanere Dario con noi.

Dario



E’ trascorso qualche anno ed ora qualcosa si sta muovendo.
Spero di riuscire a portare avanti questo progetto, parlando di fotografia e, sopratutto, facendo parlare le immagini. La mia speranza è che nel tempo questo Bar diventi frequentato dai vecchi e dai nuovi amici, per trascorrere un pò di tempo insieme…. mi piacerebbe che anche voi che siete arrivati qui partecipaste con i racconti fotografici dei vostri viaggi, con le vostre fotostorie, raccontando con le immagini, i sentimenti e la passione per la fotografia, ciò che vi circonda. Anche se vi piace solamente scrivere a volte i racconti sono delle “fotografie”. Io non sono un esperto di applicazioni per il web e sto cercando di trovare le soluzioni adeguate per realizzare questo progetto che è tutto da inventare. Puoi contattarmi a questo indirizzo. Spero che questa idea vi stuzzichi, ma basterebbe anche che vi segnaste l’indirizzo del BAREDEN, il Bar del paradiso, per venire, ogni tanto, a vedere chi c’è. Qui c’è bisogno di un pò di tutto…. dai consigli ai suggerimenti, idee e conoscenze informatiche.

Post correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi